Io e la mia pelle

Con una superficie di circa 1,8 m² , la pelle non è solo l’ organo più grande ma anche il più pesante del corpo umano. Ha un cosiddetto mantello acido con un valore pH acido pari a 5,7.

Le sue funzioni sono molteplici. Ci protegge dal calore, dalla luce, dalle ferite e dalle infezioni. La temperatura corporea è regolata dalla sudorazione. Inoltre, immagazzina acqua e grassi e forma precursori della vitamina D sotto l’influenza dei raggi UV.

Si compone di 3 strati.

  • l’epidermide
  • il derma
  • lo strato sottocutaneo (sottocute)
jesaja-bruch-hautalterung

Epidermide e derma (elastina e collagene colorati)

L’epidermide è costituita da cellule stratificate. Oltre alle cellule cornee (cheratinociti), alle cellule immunitarie e ad altre, contiene anche cellule che formano pigmenti, i cosiddetti melanociti. Il loro pigmento, la melanina, è distribuito alle cellule dell’epidermide e determina il colore della pelle e la sua abbronzatura. Esternamente, l’epidermide rappresenta il confine con l’ambiente circostante.

Fibre di collagene (immagine al microscopio elettronico)

Il derma è costituito dai cosiddetti fibroblasti, dal collagene e dalle fibre elastiche. Essi costituiscono la struttura portante della nostra pelle. Contiene anche radici dei capelli, vasi sanguigni e linfatici, ghiandole sebacee e sudoripare e numerose terminazioni nervose per la percezione del tatto, della temperatura e del dolore. Il derma è particolarmente colpito dal processo di invecchiamento.

La sottocute è costituita da tessuto connettivo e grasso. Ci protegge dal freddo, immagazzina energia e funge da strato tra la pelle e le guaine dei muscoli.

I quattro tipi di pelle dal punto di vista cosmetico

normale​

La pelle normale mostra un buon equilibrio tra umidità e produzione di olio. I pori sono appena visibili. Nel complesso, la pelle appare equilibrata e sana.

secca

La pelle secca tende a trattenere una minore quantità di umidità e può quindi risultare spesso desquamata, ruvida e tesa. Tende ad essere più sensibile e ad irritarsi più facilmente.

grassa

La pelle grassa produce un eccesso di olio che può renderla lucida e ostruire i pori. Le persone con la pelle grassa sono soggette ad acne ed imperfezioni.

mista

La pelle mista è una combinazione di diversi tipi di pelle. In genere, la zona T (fronte, naso, mento) è grassa, mentre le guance tendono ad essere normali o secche.

I fattori ormonali, l’ambiente e l’età fanno variare i tipi di pelle.

Pelle giovane e pelle invecchiata a confronto

final
jesaja-bruch-hautalterung-m

L’ invecchiamento cutaneo è di per sé un processo del tutto naturale e inizia intorno ai 25 anni, anche se in quel momento non si notano segni visibili.

Il tempo, i fattori genetici (endogeni) ed esterni (esogeni) sono determinanti.

Con questi intendiamo

  • mancanza o insufficienza di cura
  • inquinamento atmosferico
  • alimentazione malsana
  • radiazioni UVA solare
  • sonno inadeguato
  • tabagismo

La nostra pelle vive e cambia costantemente. Con l’avanzare dell’ età, la struttura portante si rigenera solo in misura minore. Il collagene e le fibre elastiche diventano fragili ed instabili.

Anche il cuscinetto di grasso della pelle diminuisce. Diventa più sottile, più vulnerabile e perde sempre più la capacità di trattenere l’umidità. La circolazione sanguigna diminuisce, il che significa che l’ apporto di nutrienti ed ossigeno è minore.

Nell` insieme:

  • appaiono rughe sul volto, intorno agli occhi ed agli angoli della bocca
  • frequenti irritazioni cutanee e/o reazioni allergiche
  • discromie e disturbi della pigmentazione
  • una sensazione di tensione
  • consistenza ruvida
  • secchezza
wie möchten sie darin

Il processo di invecchiamento non può essere completamente evitato.

Tuttavia, ci sono cose che si possono fare per ritardarlo per poter mantenere una pelle giovane e sana.

Noi di JESAJA BRUCH® skincare vogliamo sostenervi in questo.

Scoprite i prodotti JESAJA BRUCH® per la cura della pelle
oggi per una pelle impeccabile domani.